News di musica
 
 
IL SUONO IN CHIARO - Firenze, 27 - 30 settembre 2006

 

Clicca sulle immagini qui sotto per stampare o
per inviare questa pagina ad un amico

Stampa programma Segnala pagina ad un amico

 
IL SUONO IN CHIARO - Firenze, 27 - 30 settembre 2006

 

Progetto di divulgazione scientifica sul suono e sulle sue applicazioni digitali.
Il Suono in Chiaro è un progetto integrato di divulgazione (promosso dal Ministero dell'Università e della Ricerca) degli aspetti scientifici, tecnologici ed informatici del suono con particolare riguardo alla loro implementazione in sistemi multimediali e di spettacolo. L’attività divulgativa è rivolta principalmente a studenti delle scuole medie superiori, conservatori di musica ed università, ma anche ad un pubblico adulto di tipo più vasto interessato ai problemi del suono. Gli argomenti della divulgazione, articolati attraverso lezioni, workshop e conferenze multimediali spazieranno dai caratteri fisici del suono alle tecnologie digitali, proponendo applicazioni per il teatro, la danza, il cinema e la musica dal vivo.

Programma

27-28 settembre, ore 15-19
LEZIONI DIVULGATIVE
Andrea Ferrara, Kilian Schwoon, Ludovico Franco, Lelio Camilleri

29 settembre, ore 11-16
LABORATORIO APERTO
Francesco Canavese, Damiano Meacci

30 settembre, ore 11-13, 15-17
WORKSHOP INTERNAZIONALE
"Soluzioni sonore per musica, cinema, danza e teatro" Andreas Breitscheid (Forum Neues Musiktheater-Stoccarda) Louis Siciliano (Centro sperimentale cinematografia-Roma) Hubert Westkemper (Ingegnere del suono-Milano) Francesco Giomi (Tempo Reale-Firenze)

Studio C - RAI – Largo A. De Gasperi 1, Firenze
INGRESSO LIBERO (con prenotazione, fino a esaurimento posti)

Il progetto è curato dal Centro Tempo Reale, fondato da Luciano Berio nel 1987 con lo scopo di realizzare, come recita lo statuto, "attività di ricerca, produzione, didattica musicale, promozione della cultura musicale, organizzazione di corsi di formazione e specializzazione musicale nell'ambito delle finalità di utilità sociale", promovendo "contatti con altri centri di cultura attiva, musicale e non musicale in Italia e all'estero". Dalla sua fondazione Tempo Reale è luogo privilegiato di ricerca, sviluppo e pratica di nuove tecnologie applicate alla musica - informatica musicale, spazializzazione del suono, elaborazione numerica dei segnali in tempo reale - e si pone come importante punto di riferimento nazionale e internazionale per compositori e musicisti attivi nel settore.

Nel 2006, a tre anni dalla scomparsa del suo fondatore, Tempo Reale vede nascere al suo interno, come elemento costituente e autonomo, il Centro Studi Luciano Berio dedicato alla realizzazione, alla diffusione, alla ricerca e allo studio delle opere e del pensiero del compositore scomparso nel 2003. Gli enti soci dell'Associazione sono la Rai, la Regione Toscana, il Comune e la Provincia di Firenze. Inoltre, il Centro è sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Negli ultimi anni il Centro è stato protagonista di numerosi eventi musicali in Italia e all'estero, anzitutto in produzioni di opere di Luciano Berio: Ofanìm, eseguito in tutto il mondo; Outis, andato in scena al Teatro alla Scala nel 1996 e ripreso nel 1999 prima alla Scala e poi al Théâtre du Châtelet di Parigi; Cronaca del Luogo, l'azione di teatro musicale che ha inaugurato il Festival di Salisburgo del 1999; Altra Voce, eseguito alla Carnegie Hall di New York nel 2001, alla Kioi Hall di Tokyo nel 2002, a Roma nel 2003. Ma molti altri compositori hanno realizzato e realizzano le loro opere (sinfoniche, da camera, radiofoniche, di teatro musicale) negli studi del Centro: tra questi Giorgio Battistelli, Fabrizio De Rossi Re, Adriano Guarnieri, Daniele Lombardi, Luca Lombardi, Fabio Nieder, Betty Olivero, Salvatore Sciarrino, Marco Stroppa, Fabio Vacchi. Recentemente si sono realizzate collaborazioni di grande interesse come quella con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI o quelle orientate al teatro e alla danza con partner come il Teatro Metastasio di Prato, la Biennale di Venezia, l'Ensemble Micha van Hoecke, la compagnia Virgilio Sieni Danza e altre realtà produttive.

Il Centro ospita abitualmente nei suoi studi giovani compositori in residenza e stagisti di informatica musicale italiani e stranieri. L'organizzazione regolare di attività didattica e di seminari divulgativi e specialistici integra l'attività scientifica e musicale. Gli incontri sulla musica contemporanea e sulle problematiche a essa legate vedono la partecipazione di numerosi relatori di prestigio internazionale. A queste iniziative si affiancano una serie di progetti speciali legati al rapporto tra suono e spazio, tra cui la progettazione di grandi installazioni sonore per l'Expo di Hannover e per l'inaugurazione dell'Auditorium di Roma; la collaborazione con ADF per lo studio e la realizzazione di sistemi audio e musicali per l'Aeroporto di Firenze; la collaborazione con la Provincia di Firenze per la progettazione della Sala di Lorenzo a Palazzo Medici Riccardi a Firenze.

Tra le attività di produzione vengono curati inoltre il restauro e la riedizione di opere di musica elettronica analogica create dagli anni Cinquanta in poi, oltre alla ripresa e l'esecuzione di importanti lavori del repertorio elettroacustico e strumentale di autori come Berio, Maderna, Kagel e Stockhausen.

Il Centro Tempo Reale svolge un'importante opera di coordinamento della ricerca nel campo dell'informatica musicale organizzando incontri e workshop di rilevanza internazionale sulle problematiche più nuove ed urgenti del momento.

L'applicazione delle nuove tecnologie alla didattica musicale ha consentito l'ideazione e lo sviluppo di metodologie specifiche. Tra gli altri progetti in corso, negli ultimi anni èstato messo a punto un metodo di apprendimento collettivo della musica e delle strutture sonore dedicato ai bambini nella fascia 6-10 anni. Tale metodo ha riscosso un importante successo in Italia dove le attività si sono svolte, fra l'altro, a Radicondoli, Firenze, Siena, Milano, Roma, all'interno di istituzioni scolastiche e non, ed è stato presentato in ambito internazionale riscuotendo un notevole interesse in numerosi campi che vanno dalle scienze cognitive alle tecniche di didattica della musica.

Altri appuntamento con Tempo reale:

Virgilio Sieni, "Osso"
Modena, Vie dei Festival 2006
24 ottobre 2006
Con: Virgilio e Fosco Sieni
Progetto sonoro e live electronics: Tempo Reale

Luciano Berio, "Altra voce"
Milano, Teatro alla Scala
8 novembre 2006
Mezzosoprano: Monica Bacelli
Flauto: Michele Marasco
Live electronics: Tempo Reale

Uri Caine Ensemble & Tempo Reale
Roma, Teatro Studio/Auditorium-Parco della musica
13 novembre 2006
Composizione e pianoforte: Uri Caine
Voce: Julie Patton
Tromba: Ralph Alessi
Percussioni: Jim Black
Regia del suono e live electronics: Tempo Reale

L'articolazione delle attività del Centro in aree tiene conto di criteri artistici, scientifici e organizzativi di sviluppo e promozione della cultura musicale. Attualmente le infrastrutture del Centro Tempo Reale sono costituite da: sede, uffici organizzativi e amministrativi presso Villa Strozzi a Firenze; due studi di produzione presso i locali di Villa Strozzi; studio di produzione C presso la sede Rai di Firenze; infrastrutture tecnologiche audio/MIDI; infrastrutture informatiche (hardware/software - sistemi PC, Mac, Linux). Inoltre, il Centro ha la possibilità di utilizzare la Limonaia di Villa Strozzi per particolari manifestazioni.

Negli ultimi anni il Centro è stato protagonista di numerosi eventi musicali in Italia e all'estero, anzitutto in produzioni di opere di Luciano Berio: Ofanìm, eseguito in tutto il mondo; Outis, andato in scena al Teatro alla Scala nel 1996 e ripreso nel 1999 prima alla Scala e poi al Théâtre du Châtelet di Parigi; Cronaca del Luogo, l'azione di teatro musicale che ha inaugurato il Festival di Salisburgo del 1999; Altra Voce, eseguito alla Carnegie Hall di New York nel 2001, alla Kioi Hall di Tokyo nel 2002, a Roma nel 2003. Ma molti altri compositori hanno realizzato e realizzano le loro opere (sinfoniche, da camera, radiofoniche, di teatro musicale) negli studi del Centro: tra questi Giorgio Battistelli, Fabrizio De Rossi Re, Adriano Guarnieri, Daniele Lombardi, Luca Lombardi, Fabio Nieder, Betty Olivero, Salvatore Sciarrino, Marco Stroppa, Fabio Vacchi.

Recentemente si sono realizzate collaborazioni di grande interesse come quella con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI o quelle orientate al teatro e alla danza con partner come il Teatro Metastasio di Prato, la Biennale di Venezia, l'Ensemble Micha van Hoecke, la compagnia Virgilio Sieni Danza e altre realtà produttive.

Il Centro ospita abitualmente nei suoi studi giovani compositori in residenza e stagisti di informatica musicale italiani e stranieri. L'organizzazione regolare di attività didattica e di seminari divulgativi e specialistici integra l'attività scientifica e musicale. Gli incontri sulla musica contemporanea e sulle problematiche a essa legate vedono la partecipazione di numerosi relatori di prestigio internazionale. A queste iniziative si affiancano una serie di progetti speciali legati al rapporto tra suono e spazio, tra cui la progettazione di grandi installazioni sonore per l'Expo di Hannover e per l'inaugurazione dell'Auditorium di Roma; la collaborazione con ADF per lo studio e la realizzazione di sistemi audio e musicali per l'Aeroporto di Firenze; la collaborazione con la Provincia di Firenze per la progettazione della Sala di Lorenzo a Palazzo Medici Riccardi a Firenze.

Tra le attività di produzione vengono curati inoltre il restauro e la riedizione di opere di musica elettronica analogica create dagli anni Cinquanta in poi, oltre alla ripresa e l'esecuzione di importanti lavori del repertorio elettroacustico e strumentale di autori come Berio, Maderna, Kagel e Stockhausen.

Il Centro Tempo Reale svolge un'importante opera di coordinamento della ricerca nel campo dell'informatica musicale organizzando incontri e workshop di rilevanza internazionale sulle problematiche più nuove ed urgenti del momento.

L'applicazione delle nuove tecnologie alla didattica musicale ha consentito l'ideazione e lo sviluppo di metodologie specifiche. Tra gli altri progetti in corso, negli ultimi anni è stato messo a punto un metodo di apprendimento collettivo della musica e delle strutture sonore dedicato ai bambini nella fascia 6-10 anni. Tale metodo ha riscosso un importante successo in Italia dove le attività si sono svolte, fra l'altro, a Radicondoli, Firenze, Siena, Milano, Roma, all'interno di istituzioni scolastiche e non, ed è stato presentato in ambito internazionale riscuotendo un notevole interesse in numerosi campi che vanno dalle scienze cognitive alle tecniche di didattica della musica.

INFO:
Tel. 055 717270
info@centrotemporeale.it
http://www.centrotemporeale.it


 
       
Copyright © 2002 - 2006 Concertoggi.it - Tutti i diritti riservati - info@concertoggi.it - redazione@concertoggi.it l Web Master

Giovani musicisti l Grandi Musicisti l Editoria l Opera l Programmi d'esame l Corsi
Scuole di Musica l News di musica classica l Festival e Rassegne l Musicoterapia
Cerca nel sito l Mappa del sito